sanscrito.it

aprile 27, 2013

I quattro tipi di appagamento: dal Kamasutra, capitolo II

Filed under: filosofia,letteratura sanscrita — Tag:, , , — Giulio Geymonat @ 7:18 pm

Il passo tradotto nel presente post è tratto dalla parte iniziale del capitolo II del Kamasutra (kAmasUtra) di Vatsyayana, in particolare si tratta di sette versi posti a conclusione del primo libro di tale capitolo.

Argomento del passo è la quadruplice prIti, termine che significa piacere non tanto e solo nel senso erotico, quanto nel senso più generico di sensazione piacevole, gioia, appagamento.

(more…)

gennaio 25, 2013

Le 64 arti “accessorie” del kAmasUtra

Filed under: filosofia,letteratura sanscrita — Tag:, , , , — Giulio Geymonat @ 3:27 pm

La fama di libro pseudo-pornografico che avvolge il kAmasUtra e che, in definitiva, lo ha reso tanto famoso in Occidente (almeno il titolo), è in verità ben poco fondata.

L’intento complessivo del kAmasUtra, secondo quanto viene esplicitamente dichiarato all’inizio dell’opera, è quello di riassumere le conoscenze principali che la riflessione sulla dimensione edonistico-erotica dell’esistenza umana, perseguita sin da tempo immemorabile, aveva messo in luce. (more…)

agosto 27, 2012

L’importanza della riflessione sul Kama (piacere/desiderio/eros)

Filed under: filosofia,India classica — Tag:, , , , — Giulio Geymonat @ 5:11 pm

Mi pare fuori da ogni dubbio che la riflessione indiano-antica sul Kama, parola che condensa in sé i concetti di  piacere, desiderio e eros, riflessione lucida e profonda sin da epoca vedica (si veda ad esempio la traduzione dell’inno X,129 del Rgveda in un post di giugno), presenti aspetti notevolmente rilevanti sul piano esistenziale e filosofico. (more…)

agosto 3, 2012

Kama “generico” e kama “specifico”

Filed under: filosofia — Tag:, , — Giulio Geymonat @ 10:32 am

Fermo restando la complessità del concetto di kama (insieme “desiderio”, “piacere”, “desiderio del piacere” e “piacere del desiderio”), le sue molte sfaccettature e ambiti di manifestazione, penso sia possibile distinguerne due accezioni principali, distinte seppur profondamente interconnesse.
(more…)

agosto 24, 2010

Dal kAmazAstra, o “Scienza del Piacere”, al kAmasUtra

Filed under: India classica — Tag:, , , , — Giulio Geymonat @ 5:31 pm

Dal kAmazAstra, o “Scienza del Piacere”, al kAmasUtra

Come è noto la teoria indiana classica dei puruSArtha o “Scopi (dell’esistenza) dell’Uomo”, ha indicato nel kAma, o Piacere, uno dei quattro scopi dell’esistenza di ogni uomo, insieme all’Utile (artha) e al Giusto (dharma) per la sfera mondana, e al Trascendente (mokSa) per quella ultramondana.

Ma in cosa consiste esattamente e come si persegue il kAma? In che cosa è diverso dall’istintiva ricerca del piacere, comune a tutti gli animali? Può  essere il kAma il principale scopo dell’esistenza? E in che modo? (more…)

agosto 5, 2010

Sessualità, sesso e kAma

Filed under: filosofia — Tag:, , , — Giulio Geymonat @ 6:34 pm

In occasione del mio compleanno, il caro amico Emanuele Grassi, filosofo, mi ha regalato “La volontà di sapere Storia della sessualità 1” di Michel Foucault (Universale Economica Feltrinelli), originariamente pubblicato da Gallimard nel 1976.

Come tutti i libri di Foucault, leggerlo è stato molto appassionante e stimolante. (more…)

febbraio 19, 2010

Pandu e la maledizione del cervo (Mahabharata I, 109, vv. 5-22)

Filed under: letteratura sanscrita — Tag:, , , — Giulio Geymonat @ 12:39 am

L’episodio della maledizione del cervo a Pandu ci racconta il motivo dell’impossibilità di Pandu di avere figli, fatto narrativamente cruciale perché è alla base dell’origine divina, da parte di padre, dei “figli” di Pandu, i cinque Pandava protagnisti del Mahabharata.

Da notare in questo passo, oltre al ritmo incalzante del dialogo e alla magica atmosfera, sono:

-la menzione dei purushartha, o scopi della vita (evidentemente solo tre, poiché si parla del trivarga);

-il riconoscimento di kama, desiderio e piacere, come il purushartha principale, e dell’atto erotico (definito “coronamento degli scopi degli uomini”) come atto benefico e ambito da tutti e per questo “inviolabile”;

-il principio della non-crudeltà: nessun dharma, comportamento, può spingersi oltre la soglia della crudeltà, neanche il dharma del cacciatore o del guerriero.

Buona lettura!

In una foresta piena di animali selvatici e di serpenti, che si trovava in un grande deserto,  il re Pandu vide un maestoso cervo intento ad accoppiarsi.

Subito Pandu trafisse la cerva e il cervo con cinque frecce d’oro ben piumate, veloci e appuntite. (more…)

febbraio 12, 2010

Kama e karma: desiderio e azione

Filed under: filosofia — Tag:, , , , — Giulio Geymonat @ 2:45 am

La civiltà indiana classica individua già in epoca arcaica il legame profondo fra desiderio (kama) e azione (karma) da un lato e fra non-essere (asat) e desiderio dall’altro.

Nelle cosmogonie (racconti mitici sull’origine dell’universo) che troviamo nei Brahmana, testi databili circa X secolo a.C. che costituiscono il cuore dei Veda e che si occupano di pratica e teoria del rituale, a monte di tutta la creazione c’è il desiderio.

Il desiderio attraversa l’elemento primigenio, le acque, che scaldandosi creano l’uovo d’oro da cui nasce il Signore delle creature (Prajapati), oppure emerge dal non essere sotto forma di mente desiderosa di esistere, di procrearsi, che scaldandosi da luogo agli elementi primi e, scaldandosi ancora a tutto il mondo atmosferico e infine a Prajapati, che a sua volta in preda al desiderio di moltiplicarsi crea tutti gli esseri (molte sono le variazioni narrative su questo schema, ma il desiderio ha sempre un ruolo centrale). (more…)

Powered by WordPress