sanscrito.it

febbraio 17, 2016

Il ritratto di un re ideale: Shuddhodana (il padre del Buddha, non uno qualunque!)

Filed under: letteratura sanscrita — Tag:, , , — Giulio Geymonat @ 8:17 pm

Nei versi dall’ 1 al 45 del capitolo II del Saundarananda o “Nanda il Bello”, il buddhista Ashvaghosha (azvaghoSa), l’autore di kAvya (nome sanscrito con cui si designa la letteratura d’arte) più antico di cui ci sia giunta l’opera (visse probabilmente nel I o nel II d.C.), descrive Shuddhodana (zuddhodana), mitico re di Kapilavastu, nella famiglia del quale decise di nascere il Buddha storico (al capitolo I è affidata invece la descrizione di Kapilavastu).

Oltre ad essere molto interessante per lo stile (Ashvaghosha, un brahmana convertitosi al buddhismo, raggiunse, secondo la tradizione, l’illuminazione in vita), che colpisce per la sua semplicità elegante (semplicità che non impedisce ad alcuni versi di essere non del tutto chiari, o comunque di essere passibili di interpretazioni divergenti), il passo su Shuddhodana è notevole in quanto ci offre il ritratto, senza tempo, di un re ideale, e per contrasto denuncia i maggiori difetti dei re “storici” (va detto inoltre che con ogni probabilità il destinatario principale di quest’opera, come in generale delle opere di kAvya, almeno quelle antiche, sicuramente fino a Kalidasa, era proprio un re, forse, nel caso di Ashvaghosha, Kanishka II). (more…)

giugno 14, 2013

La “Vasavadatta del sogno” di Bhasa: una traduzione.

Filed under: letteratura sanscrita — Tag:, , , , , , — Giulio Geymonat @ 6:03 pm

Ho già pubblicato, in numerosi post intorno all’estate scorsa (post che sono ancora lì), la traduzione della Svapnavasavadatta (svapnavAsavadattA), o Vasavadatta del sogno, di Bhasa (bhAsa), magistrale opera teatrale risalente ai primi secoli dopo Cristo (si tratta della più antica opera di teatro giunta fino a noi integralmente).

Per facilitare la lettura dell’opera, trovate qui riunite in unico file tutte le traduzioni che compongono l’opera integrale.

(more…)

gennaio 25, 2013

Le 64 arti “accessorie” del kAmasUtra

Filed under: filosofia,letteratura sanscrita — Tag:, , , , — Giulio Geymonat @ 3:27 pm

La fama di libro pseudo-pornografico che avvolge il kAmasUtra e che, in definitiva, lo ha reso tanto famoso in Occidente (almeno il titolo), è in verità ben poco fondata.

L’intento complessivo del kAmasUtra, secondo quanto viene esplicitamente dichiarato all’inizio dell’opera, è quello di riassumere le conoscenze principali che la riflessione sulla dimensione edonistico-erotica dell’esistenza umana, perseguita sin da tempo immemorabile, aveva messo in luce. (more…)

settembre 26, 2012

La Vasavadatta del sogno, Atto VI, ultima parte

Filed under: letteratura sanscrita — Tag:, , — Giulio Geymonat @ 3:40 pm

Guardiana — Ecco il sovrano: si avvicini pure, signore

Yaugandharayana (Avvicinatosi) Vittoria al sovrano!

Re — Mi pare di aver già sentito questa voce. Ascolta, brahmano: sei tu che hai lasciato in custodia tua sorella nelle mani di Padmavati?

Yaugandharayana — Sì, sono io.

Re — Bene, portate allora velocemente qui la sorella di costui! (more…)

settembre 21, 2012

Vasavadatta, atto VI, parte 2

Filed under: letteratura sanscrita — Tag:, , , — Giulio Geymonat @ 9:42 am

Guardiana — Ci sono il cancelliere e la nutrice alla porta.

Re — Falli entrare senza indugio.

Guardiana — Agli ordini.

(Entrano il Cancelliere, la Nutrice e la Guardiana)

Cancelliere — Ah!

5. Grande è la gioia nel raggiungere questo regno alleato, e grande è la tristezza nel ripensare alla morte della figlia del mio Re. Cosa mai non avresti fatto, o Destino, se il regno fosse stato preso da altri e la regina fosse in buona salute? (more…)

settembre 16, 2012

Svapnavasavadatta, atto VI, parte 1

Filed under: letteratura sanscrita — Tag:, , , , — Giulio Geymonat @ 9:49 am

(Entra in scena il Re)

Re

1. O tu il cui suono è gioia per l’udito! Come hai potuto, tu che hai dormito fra i seni e nel grembo della regina Vasavadatta, sopportare la spaventosa vita nella selva dopo che uno stormo d’uccelli ti ha trasportato nel cielo tenendoti dal manico? [leggo: vihagagaNarajovitIrNadaNDA, invece di: vihagagaNarajovikIrNadaNDA]

E c’è di più: sei insensibile, o Ghoshavati, tu che non ricordi, della poverina,

2. Le strette sui fianchi quando ti teneva in grembo, e i morbidi abbracci fra i seni quando era affaticata, e i brontolii contro di me quando eravamo separati, e le chiaccherate spiritose negli intervalli fra una suonata e l’altra. (more…)

settembre 7, 2012

La Vasavadatta del sogno, atto V

Filed under: letteratura sanscrita — Tag:, , , , , — Giulio Geymonat @ 4:32 pm

Prologo all’atto V
(Entra Padminika)

Padminika — Madhurika, Madhurika! Vieni qui, veloce!

(Entra Madhurika)

Madhurika — Cara, eccomi: che devo fare?

Padminika — Cara, non hai saputo che la regina Padmavati è afflitta da un forte mal di testa? (more…)

agosto 22, 2012

La Vasavadatta del sogno, atto IV, ultima parte

Filed under: letteratura sanscrita — Tag:, , , — Giulio Geymonat @ 7:59 pm

Re — Io ho parlato. Ora tocca a te parlare: chi ti è più cara, Vasavadatta di allora o Padmavati di adesso?

Padmavati — Ora anche il mio nobile marito si è trasformato in Vasantaka!
(more…)

maggio 31, 2011

La nascita e l’infanzia di Parvati (kumarasambhava vv. I, 19-30)

Filed under: letteratura sanscrita — Tag:, , , — Giulio Geymonat @ 10:52 pm

Ho pubblicato nel post del 4 Aprile scorso l’incipit (vv 1-18) de “La nascita del principe” di Kalidasa, uno dei poeti più noti e amati, in India e in Occidente, della letteratura sanscrita: vi si descriveva l’Himalaya, monte-divinità, in termini molto raffinati, in sospeso fra mitologia e natura, e il passo si concludeva con la scelta, da parte di Himalaya, di una sposa degna di sé, per la prosecuzione della famiglia.

Ecco, in un mio tentativo di traduzione dal sanscrito, i successivi 11 versi, dove si descrivono la nascita di un primo figlio (tale Mainaka) e la successiva nascita, e infanzia, di Parvati, futura moglie del dio Shiva (è dall’unione  di Shiva e Parvati che nasce il Principe a cui allude il titolo dell’opera).

(more…)

gennaio 18, 2011

Cronaca di una battaglia d’amore

Filed under: letteratura sanscrita — Tag:, , , — Giulio Geymonat @ 6:25 pm

Amaru (o Amaruka), ca VII d.C.,  è uno dei grandi nomi della poesia erotica sanscrita, in particolare del genere versi sciolti, ovvero versi da leggere autonomamente l’uno dall’altro, ognuno capace di tracciare un quadro a se stante.

Di volta in volta sensuale, ironico, dolce, profondo o spietato, Amaru riesce, come pochi altri poeti, ad esprimere la dimensione concreta e contingente,  ma allo stesso tempo assoluta, irripetibile, di ogni passione amorosa.

(more…)

Older Posts »

Powered by WordPress