sanscrito.it

aprile 20, 2017

Nanda il Bello, cap VII vv. 46-52 (fine capitolo): Nanda si risolve a scappare

Filed under: letteratura sanscrita — Tag:, , — Giulio Geymonat @ 7:49 pm

46. “Se una tale schiera di dèi, veggenti e re dipesero dalle proprie donne in quanto dipendenti dall’amore, quanto posso essere in pena io che sono ben meno dotato di intelligenza e spessore morale, senza vedere la mia amata?

47. Perciò me ne andrò dritto a casa, e mi dedicherò, con piacere, nuovamente al piacere, come prescritto dalla norma: non è infatti appropriato portare la veste monacale per chi ha la mente rivolta ad altro, i sensi incontrollati, ed è sviato dalla retta via.

48. Chi, tenendo la ciotola in mano, portando la testa rasata, seppellendo l’orgoglio, indossando vesti dismesse, non ha fermezza e non trova pace, è come la lampada di un dipinto: esiste e non esiste.

49. Chi lascia il mondo senza lasciare passione e desiderio, indossa la veste colorata ma non è distaccato e porta la ciotola per ricevere l’elemosina senza essere lui stesso ricettacolo di qualità morali, benché ne porti le vesti non è un monaco, e neppure è un laico.

50. E anche il cruccio che non agirei seguendo la regola se dopo aver preso le vesti monacali me ne libero, viene completamente rimosso pensando a quei grandi eroi e re che dopo essersi ritirati in un eremo tornarono a casa.

51. Il re degli Shalva insieme al figlio, e similmente Ambhariisha, e anche il famoso Raama, davvero cieco, e Saamkriti, e Rantideva: tutti costoro dopo aver indossato vesti di corteccia tornarono ai fini tessuti e, tagliati gli stopposi capelli d’asceta, indossarono corone.

52. Perciò mentre il mio maestro si sarà allontanato da qui per fare la questua, io, toltami la rossa veste del monaco, me ne andrò dritto a casa: chi porta le venerabili insegne dell’asceta con volontà vacillante, provando afflizione e a costo di tradire quello in cui veramente crede, non può trarne alcun vantaggio, né rispetto all’altro mondo, né rispetto a questo mondo dei vivi.”

Qui il testo del passo tradotto nel presente post:saunda_VII_46_52

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

Devi essere connesso per inviare un commento.

Powered by WordPress