sanscrito.it

maggio 28, 2010

Interessante scoperta iconografica

Filed under: India classica — Tag:, , , , , — Giulio Geymonat @ 11:52 pm

La Dottoressa Vasundhara Filliozat (moglie del Professor Filliozat), studiosa originaria del Karnataka, regione a Sud dell’India, in occasione di una conferenza organizzata dal CESMEO di Torino a margine del Salone del Libro 2010, ha reso nota un’importante e interessante scoperta iconografica fatta da lei nel sito archeologico di Pattadakal in Karnataka. (more…)

maggio 20, 2010

4 lezioni sul teatro indiano antico

Filed under: Didattica — Tag:, , , , — Giulio Geymonat @ 3:29 pm

I lunedì 7, 14, 21, e 28 Giugno prossimi a Milano in via Ercole Ferrario 5, presso i locali del circolo PD Magenta, terrò un ciclo di 4 lezioni a pagamento sul teatro indiano classico.

Spero di riuscire a far scoprire ai partecipanti questa tradizione teatrale preziosissima, le sue specificità e il suo interesse: parleremo di Natyashastra, della teoria del rasa, del teatro di Kalidasa e di quello di Bhasa, della comicità e della satira. Leggi i dettagli qui Lezioni sul teatro indiano

maggio 14, 2010

L’India della memoria fra oralità e scrittura

Filed under: India classica — Tag:, , — Giulio Geymonat @ 6:00 pm

Nell’insopportabile bailamme del Salone del Libro di Torino, sono riuscito a sentire un’interessante conferenza del Professor Filliozat, ora in pensione, sanscritista di fama mondiale, che da 50 anni vive fra l’India e la Francia (ha sposato una donna appartenente ad una famiglia brahmana, anche lei ricercatrice e studiosa).

Temi dell’incontro erano da un lato le tecniche mnemoniche dei Pandit, i sacerdoti tradizionali appartenenti alla casta dei brahmana, in particolare rivolte alla memorizzazione della parte in versi del Rgveda (i mantra), e d’altro lato il tema del rapporto fra cultura orale e cultura scritta nell’India tradizionale. (more…)

maggio 11, 2010

Sull’atman, considerazioni preliminari

Filed under: filosofia — Tag:, , , , — Giulio Geymonat @ 9:50 am

La parola atman (la prima “a” è lunga) è, come altre parole importantissime (per esempio purusha o brahman), non del tutto chiara da un punto di vista etimologico: esiste una radice “at”, che vuol dire “muoversi”, ma non è molto utilizzata, per cui tradizionalmente si è optato per collegarlo alla radice “an” che vuol dire respirare (la stessa di prana).

Un significato originario della parola è quello di “se stesso” nel senso fisico e corporeo del termine, a cui si accosta da subito quello di principio vitale, quindi in relazione coi prana, i soffi vitali: dietro queste due accezioni troviamo appunto la radice di movimento (at) e di respirare, essere vivo (an). (more…)

maggio 7, 2010

Sapere religioso, sapere scientifico

Filed under: India classica — Tag:, , , — Giulio Geymonat @ 4:22 pm

Il problema dell’opposizione fra sapere religioso e sapere scientifico che caratterizza così profondamente il pensiero occidentale sembra non sussistere nel panorama indiano classico, o comunque avere una dimensione e un ruolo molto marginali.

I motivi sono sicuramente svariati ma alcuni li possiamo collegare agli stessi Veda, testi sacri per eccellenza, sia per come sono stati “utilizzati” in quanto fonte di ortodossia, sia per il loro specifico contenuto. (more…)

Powered by WordPress