sanscrito.it

novembre 19, 2016

Poesia e alterità: 2 serate a Milano

Filed under: Senza Categoria — Giulio Geymonat @ 7:13 am

I Mercoledì 23 e 30 Novembre dalle ore 19,00 alle 21,00 workshop a iscrizione aperto a tutti (non sono richieste conoscenze specifiche) sulla poesia sanscrita a Milano presso lo Studio d’Arte del Lauro, in via Mosè Bianchi 60 (MM1 Amendola-Fiera). (more…)

giugno 26, 2015

Corsi di sanscrito 2015-2016

Filed under: Didattica,Senza Categoria — Tag: — Giulio Geymonat @ 10:09 pm

Sono aperte le iscrizioni ai corsi di sanscrito aperti a tutti 2015-2016!
Nessuna conoscenza specifica richiesta: tutti i concetti grammaticali vengono spiegati a partire da zero.
Durata: 60 ore da Ottobre 2015 a Giugno 2016 in incontri settimanali da due ore l’uno (more…)

dicembre 19, 2014

Foto di nuvole Himalayane: “collezione privata”

Filed under: Senza Categoria — Giulio Geymonat @ 6:14 pm

Stimolato dalla lettura della mia “selezione poetica” del Meghaduta (vedi post precedente a questo, datato 10 Dicembre 2014), o “Il messaggio d’amore affidato alla nuvola”, l’amico Massimo Candellero, antropologo nel senso più pieno del termine, mi ha mandato delle foto di nuvole incantevoli, traendole, per citare le sue parole “… da una vasta collezione personale di nuvole dell’Himalaya, del Pamir e del Tien Shan…” e rivelandomi di incantarsi anche lui, come il Genio di Kalidasa (e come molti di noi), ad osservare le misteriose forme delle nuvole in cielo.

Col suo permesso, le condivido con i lettori di questo mio blog augurando a tutti di rimanere saldamente… con la testa fra le nuvole! (more…)

aprile 16, 2012

Un tipico carteggio…che allieta le mie giornate

Filed under: India classica,letteratura sanscrita,Senza Categoria — Giulio Geymonat @ 1:04 am

In occasione della conferenza “Il sanscrito fra mito e realtà” tenuta giovedì scorso a Milano presso lo Studio d’Arte del Lauro, ho menzionato il fatto che spesso chi viene attratto dal sanscrito, parte già con idee fisse, profondamente dogmatiche, e non pensa che magari leggendo direttamente i testi in sanscrito potrebbe trarne un’idea diversa.

E, aggiungevo, la cosa mi affligge e mi stupisce abbastanza, poiché io invece “scelgo” del sanscrito soprattutto la sua scientificità, che per me significa libertà di interpretazione, e voglia di indagare coi propri occhi e la propria mente l’eredità culturale indiana classica. (more…)

settembre 4, 2011

Il “messaggio d’amore” dei luoghi di culto indiano-classici.

Filed under: India classica,Senza Categoria — Giulio Geymonat @ 7:32 am

Lo sanno tutti o quasi, basta sfogliare un qualunque libro di archeologia e storia dell’arte dell’India, e salta immediatamente agli occhi: la statuaria e in genere le raffigurazioni che troviamo nei templi indiani antichi e classici (fino al XIV sec. ca) abbondano di figure maschili e femminili rappresentati in tutto il loro splendore fisico, a torso nudo, con abbondanti gioielli e collane, e con sottili vesti meravigliosamente scolpite che accarezzano, svelandole ulteriormente, le loro forme perfette.

Viste sulle pagine di un libro del resto, tali raffigurazioni indubbiamente erotiche (sono corpi fatti per l’amore: voluttuosi e perfetti, sempre attraversati come da un fremito di passione, spesso corpi di coppie amorevolmente abbracciate) non riescono però a comunicare quel forte impatto, quasi fisico, che coralmente, cioè prese nel loro insieme, lasciano quando uno visita i siti dal vivo. (more…)

agosto 25, 2011

Il volto degli dei

Filed under: India classica,Senza Categoria — Giulio Geymonat @ 7:48 pm

E’ noto che gli invasori musulmani e anche i portoghesi si siano scagliati con particolare foga contro il volto delle statue raffiguranti dèi (Buddha incluso) e dee, e per questo ci sono, anche nei libri, molte statue molto ben conservate in tutto il corpo ma con “un buco” al posto della faccia (anche mani e braccia sono spesso mancanti: ma per un’oggettiva fragilità di tali parti).

Il bello di essere in India, impegnato in questo tour archeologico un po’ folle, è che invece statue di dèi con volti perfettamente conservati se ne vedono eccome: ieri, per esempio, al museo archeologico di Hampi, e oggi nelle meravigliose grotte scavate di Badami e museo archeologico annesso, ho potuto scrutare a lungo i volti di Shiva, Vishnu, Kali, Laksmhi e tante altre divinità. (more…)

agosto 23, 2011

Le rovine di Hampi

Filed under: India classica,Senza Categoria — Giulio Geymonat @ 6:02 pm

Non ho resistito al richiamo di Hampi, uno dei piu’ noti siti archeologici dell’intera India: chiunque sia andato ne parla come di un posto magico, sperduto in una natura surreale, fra lussureggianti piantagioni di banane e rocce gigantesche nelle piu’ strane posizioni, su un terreno di tipo lunare, roccia e sabbia.

E in questo “setting” centinaia di templi disseminati su un’area piuttosto vasta (una trentina di kilometri quadrati, a occhio: o meglio a piede visto che imprudentemente non ho affittato ne bici ne moto, e mi sono addentrato sui miei sandali nelle rovine), alcuni monumentali, altri di dimensioni ridotte, alcuni spogli, altri riccamente ornati e con statue portentose all’interno. (more…)

agosto 21, 2011

La magia viscerale delle grotte scolpite

Filed under: India classica,Senza Categoria — Giulio Geymonat @ 1:23 am

In questi giorni ho visitato le grotte scolpite di Elephanta e di Kanheri nei dintorni di Mumbai, quelle di Karla e di Bhaja nei dintorni di Lonavala (a una settantina di km da Mumbai) e quelle di Pataleshwar a Puna.

E’ stata un’esperienza fantastica dove l’emozione fisica di essere “nella” terra, in luoghi per altro straordinari (a parte quella di Puna, che però colpisce perché è in mezzo al delirio urbano che uno si lascia totalmente, e con quanto sollievo, alle spalle), si accavallava all’emozione estetico-spirituale di ammirare, nelle grotte principali adibite a tempio, sculture meravigliose di circa 1500 anni, rappresentanti Shiva e Parvati (a Elephanta principalmente, ma anche a Pataleshwar, dove però le statue sono state distrutte, ma se ne vedono chiaramente i segni) e il Buddha (a Kanheri, a Karla, a Bhaja).
(more…)

agosto 14, 2011

Hare Krishna Temple, Mumbai

Filed under: Senza Categoria — Tag: — Giulio Geymonat @ 7:19 am

Ho avuto la fortuna di essere accolto a Mumbai da un amico recentemente conosciuto e ospitato a casa mia a Torino, a sua volta amico fraterno di mio cognato, o come si dovrebbe chiamare in italiano, il marito della sorella della mia compagna.

Non voglio, per la natura di questo blog, soffermarmi sulla grande qualita’ dell’ospitalita’ ricevuta (di cui per altro sto ancora godendo), su simpatia, profondita’, calore e intelligenza di tutte le persone che sto incontrando.

(more…)

Powered by WordPress